Comune di Castenedolo – Quesiti

GA---Castenedolo-definitivo-piccola

Fino alle ore 12.00 di lunedì 18 marzo 2013 tutti gli interessati potranno formulare al Committente quesiti sulla procedura esclusivamente per iscritto, prioritariamente tramite e-mail (quesiti.castenedolo@inoptima.net) o, in subordine, via fax al n. 030 21 34 020.

Per rispettare la par condicio fra i concorrenti, alle domande verrà data risposta pubblica entro i successivi tre giorni lavorativi mediante pubblicazione del quesito (reso in forma anonima) e della risposta sui siti www.comune.castenedolo.bs.it sezione Bandi di gara e sul sito www.inoptima.net.1

Le risposte pubbliche sono inserite nel fascicolo di gara e costituiscono interpretazione autentica: a tutela dell’affidamento dei concorrenti, la Commissione giudicatrice ne è vincolata e, quindi, non può discostarsene assumendo proprie interpretazioni.

Questo bando e tutti gli allegati sono disponibili sul sito www.comune.castenedolo.bs.it , sezione Bandi di gara

1Per ragioni tecnico-organizzative, la pubblicazione dei quesiti sui due siti potrebbe non avvenire simultaneamente, per cui è cura del concorrente visitare entrambi i siti

Allegato per RISPOSTA 1 a Quesito n°2

elenco personale impiegato presso i terminali scolastici as 2012 2013

Pubblicato in APPALTI PUBBLICI - COMUNI
17 comments on “Comune di Castenedolo – Quesiti
  1. Giorgio Zennaro scrive:

    QUESITO n° 1 – 26.02.2013
    —————————–

    Con la presente siamo a chiedere le seguenti informazioni:

    – E’ possibile concordare data e orario di effettuazione del sopralluogo presso tutte le strutture coinvolte nel servizio di ristorazione?
    – Attualmente da chi siete serviti?

    • Giorgio Zennaro scrive:

      RISPOSTA 1
      —————-

      Per effettuare un sopralluogo assistito nelle strutture coinvolte nel servizio di ristorazione è necessario inoltrare una richiesta formale ove sia  indicato colui che è autorizzato ad effettuare il sopralluogo, riportando pertanto i seguenti dati:

      il signor _________________________________________________
      in qualità di _____________________________________________
      per conto dell’operatore economico ________________________
      come riportato dal seguente documento che si allega in copia semplice:
      – certificato della Camera di Commercio
       oppure
      – procura notarile rep. n. ___ in data _____ notaio _______
       oppure
      – delega scritta in data _____ rilasciata da ______________

      La richiesta deve essere inoltrata alla PEC protocollo@pec.comune.castenedolo.bs.it, mentre la risposta per fissare l’appuntamento sarà data entro i 3 giorni lavorativi successivi.

    • Giorgio Zennaro scrive:

      RISPOSTA 2
      —————–

      L’operatore che attualmente effettua il servizio è la ditta CAMST Soc. Coop. a r.l.

  2. Giorgio Zennaro scrive:

    Quesito n° 2 – 06.03.2013
    ———————————–

    Buongiorno,
    in relazione alla gara in oggetto richiediamo le seguenti informazioni e chiarimenti:

    1. Elenco del personale e relativi:
    – livelli contrattuali
    – mansioni
    – monte ore settimanale
    – plesso in cui operano
    – anzianità
    – ccnl applicato

    2. Prezzo pasto pagato all’attuale gestore.

    3. Come intende agire il Comune in caso di applicazione dell’Art. 1 comma 13 del DL 95/12, con recesso da parte dell’Ente, in considerazione della necessità dell’impresa del recupero della quota residua di ammortamento delle “attrezzature e dotazioni che allo scadere dell’appalto saranno gratuitamente devolute in proprietà al Committente” indicate alla Parte VI, pag. 16 del Capitolato d’appalto.

    4. Conferma che la Tassa smaltimento rifiuti è a carico del Comune

  3. Giorgio Zennaro scrive:

    Quesito n° 3 – 11.03.2013
    ———————————–

    Si richiede un chiarimento riguardo al pagamento delle utenze (luce, acqua, gas…ecc) delle varie sedi della gara in oggetto, ovvero se nello specifico sono a carico del Committente o dell’ Appaltatore?

  4. Giorgio Zennaro scrive:

    Quesito n° 4 – 13.03.2013
    —————————————————-

    1) Richiediamo delucidazioni in merito a quanto richiesto nell’Allegato 4, Analisi dell’acqua. In particolare cosa si intende per elenco minimo di analisi da effettuare sull’acqua di rete? Tali analisi si intendono da svolgersi a cura del Gestore a seguito di richiesta della Committenza? Con che frequenza dovranno essere condotte nell’arco del periodo contrattuale?

    2) In merito al possesso di un Sistema di Gestione per la Sicurezza Alimentare progettato, mantenuto e certificato secondo le norme UNI EN ISO 22000:2005 si chiede di specificare se tale certificazione debba essere posseduta dal concorrente già all’atto della presentazione dell’offerta o, in caso di aggiudicazione dell’appalto, prima dell’avvio del servizio?

    • Giorgio Zennaro scrive:

      RISPOSTA 1
      ——————-

      Per “elenco minimo delle analisi da effettuare sull’acqua di rete” si intende che la proposta dell’azienda partecipante alla gara d’appalto non potrà presentare un numero/tipologia di parametri inferiore all’ “elenco minimo” riportato nell’allegato 4.
      Lo stesso allegato 4 riporta, sia nella tabella proposta, sia nel testo che la precede, la frequenza da prevedere quale minima necessaria, indicando la quale il committente NON prevede di dover sollecitare il gestore all’effettuazione delle stesse prove.
      Per maggior chiarezza precisiamo quindi che i parametri indicati nell’allegato 4 dovranno essere ricercati, complessivamente per tutti i quattro plessi oggetto del servizio:
      – microbiologici 4+4 (1 volta all’anno per ciascuno dei 4 plessi – analisi in doppio perché prima e dopo il filtro);
      – chimici 4 (1 volta all’anno per ciascuno dei 4 plessi)
      Tali prove hanno un valore di mercato, presso i laboratori accreditati principali a livello nazionale, di circa 50-60 euro a campione per le prove microbiologiche e di circa 120-130 euro a campione per i parametri chimici citati nell’allegato 4.
      Il costo annuale conseguente (entro i 1000 euro/annui) è stato considerato nella valutazione della base d’asta proposta dagli atti di gara.

    • Giorgio Zennaro scrive:

      RISPOSTA 2
      ——————-

      La finalità del possesso dei “requisiti di partecipazione” e quindi la dimostrabilità degli stessi, è la valutazione “a pena di esclusione” dei partecipanti alla gara d’appalto, come espressamente indicato dalla Parte IV – Requisiti di partecipazione.
      Ne deriva che, essendo la certificazione lo strumento convenzionalmente utilizzato per la dimostrazione a terzi della conformità a standard/norme di riferimento, i partecipanti debbano necessariamente presentare certificato in corso di validità per lo standard richiesto e per una struttura produttiva di caratteristiche comparabili con quelle previste nell’appalto.
      Precisiamo, per coloro che dovessero aver frainteso, che tale requisito NON RIGUARDA assolutamente la cucina di emergenza indicata nell’Allegato 1, Parte II, articolo 5, pagina 10, bensì la competenza dell’Azienda sulle logiche dello standard UNI EN ISO 22000.

  5. Quesito n°5 – 18.03.2013
    ________________________

    1) I menù con relative grammature al cotto e al crudo si possono inserire negli allegati?

    2) Nell’art.3 punto 2 del bando di gara “capacità economica e finanziaria”e nel punto 7 allegato 6 scrivete di inserire il fatturato al netto di iva nel periodo successivo al 31 dicembre 2009: dobbiamo inserire il fatturato relativo al triennio 2010-2012 oppure è sufficiente inserire il fatturato di un anno?

    3) È possibile allegare le referenze relative al triennio 2009-2011? Tale domanda viene fatta perché essendo a inizio anno stiamo richiedendo ora tutte le referenze relative agli anni 2010 2011 2012,quindi al momento della gara le referenze in nostro possesso relative all’ultimo triennio indicato sarebbero ridotte.

    • RISPOSTA 1
      __________

      Il ricettario con le grammature a cotto e a crudo degli alimenti può essere considerato come allegato al Progetto Organizzativo-Gestionale; esempio di menù, invece, non è considerato come allegato.

    • RISPOSTA 2
      ___________

      Il Concorrente può considerare – a propria scelta e purché sia sufficiente a raggiungere la soglia minima di fatturato – anche un solo anno all’interno del periodo che inizia il 1° gennaio 2010 e termina alla data di formulazione dell’offerta (quindi, al più tardi, il 25 marzo 2013, termine perentorio per la presentazione delle offerte).

    • RISPOSTA 3
      ___________

      Come detto, il periodo che consente al Concorrente di maturare i requisiti per l’ammissione alla gara inizia il 1° gennaio 2010 e termina alla data di formulazione della offerta.
      Di conseguenza i servizi effettuati nel 2009 (cioè prima dell’1 gennaio 2010) non consentono di dimostrare il possesso del requisito richiesto dal bando a pena di esclusione.
      Peraltro, per partecipare alla gara basta che il Concorrente dichiari i servizi effettuati (si veda il punto 7 dell’allegato 6– Domanda di partecipazione con dichiarazione dei requisiti), mentre le “referenze” dovranno essere esibite solo successivamente, in caso di accertamento d’ufficio della dichiarazione.
      Giova precisare che se, in attesa del rilascio delle referenze, il Concorrente avesse dichiarato servizi effettuati (nella misura sufficiente per il possesso del requisito) per difetto alle referenze, in sede di verifica la dichiarazione verrà ritenuta regolare.

Lascia una risposta

Archivi