2014 – Comune di CASTEGNATO (BS) – Appalto per la ristorazione comunale

stemma

 

QUESITI E RISPOSTE


In queste pagine saranno pubblicati i quesiti delle imprese partecipanti alla gara d’appalto del Comune di Castegnato (BS) e le relative risposte (entro tre giorni lavorativi dal ricevimento del quesito)

Pubblicato in APPALTI PUBBLICI - COMUNI
14 comments on “2014 – Comune di CASTEGNATO (BS) – Appalto per la ristorazione comunale
  1. QUESITO n°1

    1 – Le spese di Pubblicazione del bando sono comprese negli oneri una tantum per la procedura di gara o sono escluse? Se sono escluse dalla cifra da voi indicata, a quanto ammontano?

    2 – Per l’infanzia richiedete la fornitura di tovaglie in stoffa, il lavaggio di tali tovaglie è a carico della Ditta Aggiudicatrice o a carico del Comune?

    3 – Richiediamo le planimetrie di tutti i plessi, in formato pdf e dwg

    4 – Quale è l’attuale ditta che gestisce ora l’appalto?

    5 – Il costo pasto attuale

    6 – Elenco e monte ore del personale suddiviso per i vari plessi con indicazione dei livelli e delle mansioni

    7 – La frutta viene distribuita a pranzo a anche durante la mattinata? Si specifica di indicare l’orario di distribuzione e per quali plessi

    8 – Art.6 pag.12 Il valore di riferimento per il rapporto addetti1/pasti è: • per la Scuola dell’Infanzia → 1/95. • per la Scuola Primaria → 1/90, Chiediamo se sia corretto e confermate questi dati

    9 – Pag.20 La pulizia e il riordino dei refettori, e la distribuzione dei pasti per l’infanzia è a carico del comune e degli insegnanti o a carico della ditta Aggiudicatrice? Chiediamo una specifica delle mansioni e in carico a chi sono tali compiti

    10 – Art.2 pag.11 e allegato 5, le ore del personale comunale non coincidono:
    – una dipendente, operante presso la Scuola dell’Infanzia a 25 ore settimanali
    – una dipendente, operante presso la Scuola Primaria a 20 ore settimanali
    Mentre nella tabella allegato 5:
    – Addetta mensa 25 ore settimanali Scuola dell’Infanzia,
    – Addetta mensa 9 ore settimanali Scuola Primaria
    CHIEDIAMO QUALI SIANO LE ORE SETTIMANALI, 9 O 20?

    11 – PAG. 27, migliorie: contratti di fornitura di energia elettrica con “emissioni zero” e/o fonti rinnovabili nel Centro Cottura. INTENDETE PANNELLI SOLARI? SI CHIEDE DI SPECIFICARE CHE COSA INTENDETE e se devono essere apportati nel centro cottura della ditta aggiudicataria

    • RISPOSTA

      1 – Non sono previste spese per la pubblicazione degli atti di gara.

      2 – Si ricorda che è prevista la fornitura di TOVAGLIETTE in stoffa (e non tovaglie in stoffa) in numero doppio rispetto agli utenti aventi diritto. In questo modo sarà a carico delle famiglie il lavaggio delle stesse tovagliette; oltre alla fornitura non è quindi previsto altro onere per l’Organizzazione.

      3 – Non è prevista la fornitura di alcuna planimetria; i dati eventualmente necessari devono essere acquisiti in sede di sopralluogo.

      4 – L’attuale Organizzazione è G.R.A. Di Bertazzoni Paolo & C. (S.N.C.)

      5 – Il servizio attuale è diverso da quello previsto con il nuovo Bando di gara; comunque il valore riconosciuto al gestore uscente è pari € 4,10 per il servizio alla Scuola Primaria e di € 2,25 per il servizio alla Scuola dell’Infanzia

      6 – Tutti i dettagli richiesti per il personale dell’Organizzazione attualmente in forza del Gestore uscente sono riportati nell’Allegato 5 – Prospetto del personale del gestore uscente; dettagli, invece, sul personale comunale sono riportati nell’Allegato 1 – Capitolato tecnico, alla Parte IV, Art.2

      7 – La frutta deve essere distribuita dopo il pasto o lasciata a disposizione per la merenda (per la quale non è comunque prevista attività di distribuzione). Si precisa, inoltre, che in nessun punto dell’Allegato 1 – Capitolato tecnico è richiesta la fornitura di merende.

      8 – Si confermano i dati riportati nell’Allegato 1 – Capitolato tecnico, alla Parte IV, Art.6.
      Il valore, apparentemente elevato, è legato alla tipologia di distribuzione prevista (opportunamente descritta nell’Allegato 1 – Capitolato tecnico)

      9 – Come riportato nella nota 4, pagina 20 dell’Allegato 1 – Capitolato tecnico, lo sporzionamento e la distribuzione dei pasti presso la scuola dell’Infanzia è effettuata dalle insegnanti. A pagina 25 – sempre dell’Allegato 1 – Capitolato tecnico -, invece, sono riportati tutti i dettagli relativi alle attività di pulizia (che, per l’Infanzia, non includono il riassetto e la pulizia delle aule di distribuzione). Si consiglia di leggere attentamente quanto opportunamente spiegato negli atti di gara

      10 – Si precisa che l’Allegato 5 – Prospetto del personale del gestore uscente è relativo al personale dell’Organizzazione attuale e non a quello comunale.
      Si conferma quindi che, come riportato nell’Allegato 1 – Capitolato tecnico, alla Parte IV, Art.2, il personale comunale comprende:
      – una dipendente a 25 ore/settimana operante presso la Scuola dell’Infanzia
      – una dipendente a 20 ore/settimana operante presso la Scuola Primaria

      11 – Quanto indicato nell’Allegato 1 – Capitolato tecnico relativo alla fornitura di energia con “emissioni zero” e/o da fonti rinnovabili, si deve intendere come produzione di energia senza nessuna delle emissioni tipiche che normalmente si avrebbero nella combustione come ad esempio l’anidride carbonica; quindi la produzione di energia mediante fonti rinnovabili.
      Per “fonti di energia rinnovabili” si intende forme di energia generate da fonti che, per loro caratteristica intrinseca, si rigenerano o non sono esauribili nella scala dei tempi “umani” ed il cui utilizzo non pregiudica le risorse naturali per le generazioni future. Le fonti di energia rinnovabili associate a tali risorse sono: l’energia idroelettrica, quella solare, eolica, marina e geotermica.
      Di conseguenza, quindi, la predisposizione di pannelli solari è considerata una delle soluzioni di produzione di energia “a emissione zero, da fonti rinnovabili”.
      Si precisa che, qualora l’Organizzazione decida di fornire tale miglioria, nel Progetto Organizzativo-Gestionale deve essere presentato dettaglio relativo alla copertura effettiva dell’energia da fonte rinnovabile sul totale dell’energia utilizzata.

  2. QUESITO n°2

    1 – Si richiede una specifica relativa al calcolo della percentuale di sostituzione di materie prime convenzionali con prodotti biologici: tale percentuale è calcolata su quale totale?
    Inoltre nei criteri di attribuzione del punteggio – punto c.3 si parla di un massimo del 30% di sostituzione mentre a pag.16 del Capitolato Tecnico si richiede la sostituzione delle referenze convenzionali per il 30% (quindi non inferiore).

    2 – L’eventuale miglioria, che può arrivare fino ad un massimo del 50%, è quindi da considerarsi derivante dall’offerta di merceologie aggiuntive rispetto a quelle da voi indicate o l’offerta di tutte le merceologie indicate in Capitolato porta ad una percentuale superiore al 30%, come si evincerebbe anche dai punteggi assegnati al punto c.3.

    • RISPOSTA

      1 – La percentuale deve essere calcolata sul 100% della materia prima fornita. Il 100%, in termini di quantità, varia in funzione del menù e della tipologia di materia prima analizzata.
      La Parte V dell’Allegato 1 riporta: < < prodotti biologici: l'Organizzazione, conformemente a quanto indicato nell'Allegato 4 – Progetto Organizzativo-Gestionale, dovrà indicare quali merceologie intende proporre come biologiche fra le seguenti: frutta, verdura fresca, verdura gelo, pasta-riso-cereali, legumi, conserve di pomodoro, uova; è richiesta la sostituzione delle medesime referenze convenzionali per il 30%>>
      L’Allegato 4 – Progetto Organizzativo-Gestionale, relativamente ai prodotti biologici, riporta il seguente testo: < < c.3 - dettaglio della proposta di prodotti biologici (comunque per un massimo del 30% di sostituzione delle medesime referenze convenzionali). Il termine "per un massimo del" è un refuso. Ciò significa che l'Organizzazione deve scegliere quale tipo di prodotto biologico offrire e di quel prodotto ne dovrà offrire il 30%. Di conseguenza il punteggio non verrà attribuito in base alla quantità offerta ma in funzione delle merceologie offerte, secondo quanto riportato appunto nell'Allegato 4 – Progetto Organizzativo-Gestionale. 2 - La Parte XVIII dell'Allegato 1 riporta il seguente testo: "Incremento della percentuale di sostituzione di materie prime convenzionali con prodotti biologici superiore al 30% richiesto all Parte V – Specifiche della fornitura – Le materie prime alimentari, fino ad un massimo del 50." Ciò significa che, l'eventuale miglioria sarà relativa esclusivamente ai prodotti biologici già offerti e non a prodotti diversi.

  3. QUESITO n°3

    Si richiede un chiarimento in relazione ai curricula del Personale Referente: a pag.12 del Bando di gara si dice che i curricula devono essere messi a disposizione (al di fuori del conteggio delle facciate previste per il Progetto Organizzativo) mentre all’Art.8 del Capitolato Tecnico si dice che i curricula delle figure referenti dovranno essere forniti dopo l’aggiudicazione

  4. QUESITO n°4

    1 – Si richiede l’importo della Tari e a carico di chi è
    2 – Si richiede se l’ automezzo per il servizio veicolato al termine dell’ appalto dovrà essere ceduto al Comune?

  5. QUESITO n°5

    1In riferimento all’art.2 pag.11 “Personale del Committente” si evince quanto segue: l’Organizzazione rimborserà semestralmente al Committente € 35.200,00 circa annui per l’utilizzo delle n.2 dipendenti; nessun rimborso è dovuto al Committente per le assenza dal servizio, l’Organizzazione provvederà a proprio carico alla sostituzione del personale del Committente assente. Si richiede quanto segue: le eventuali assenze diverse dal godimento ferie (malattie, infortuni, assenze prolungate e imprevedibili) comporteranno la diminuzione, in proporzione alle assenze, dell’importo di € 35.200,00?, considerato che il gestore dovrà farsi carico della sostituzione pari alle ore giornaliere/settimanali del personale di servizio del Committente (25 ore/sett. e 20 h/sett.).

    2 – A seguito del sopralluogo effettuato e verifica dei locali e delle attrezzature si richiede se la proprietà di tutte le attrezzature e dotazioni dei refettori e della cucina della Scuola dell’Infanzia siano di proprietà del Comune.

    3 – È possibile ricevere i modelli degli allegati 6 (domanda di partecipazione), 7 (questionario di idoneità),8 (offerta economica) in formato word, al fine di evitare la copiatura degli stessi

  6. QUESITO n°6

    Si richiede se in merito alla percentuale di prodotti biologici da inserire in menù si intenda il 30 per cento sul totale degli alimenti presenti nel menù oppure il 30 per cento per ciascuna derrata

  7. QUESITO n°7

    A seguito del sopralluogo effettuato dal tecnico per l’impianto fotovoltaico, vorremmo avere la planimetria dei locali con il tetto e sapere se il tetto è in amianto.

Lascia una risposta

Archivi