2015 – Unione dei Comuni della Valle del Garza – Comuni di Nave e Caino (BS) – Appalto dei servizi di ristorazione comunale

LOGO - UCVGQUESITI E RISPOSTE


 

In queste pagine saranno pubblicati i quesiti delle imprese partecipanti alla gara per l’appalto dei servizi di ristorazione comunale dei Comuni di Nave e Caino (BS) e le relative risposte (entro tre giorni lavorativi dal ricevimento del quesito).

Pubblicato in APPALTI PUBBLICI - COMUNI, Senza categoria
11 comments on “2015 – Unione dei Comuni della Valle del Garza – Comuni di Nave e Caino (BS) – Appalto dei servizi di ristorazione comunale
  1. Giorgio Zennaro scrive:

    QUESITO N° 1

    XXXXXXX is a company based in Mumbai, India. We are interested in participating in the tender mentioned above hence want to get more information about the same.
    Considering the geographical constraint of personally reviewing the document, I request you to provide us the following details before we buy the document:
    1) List of Items, Schedule of Requirements, Scope of Work, Terms of Reference, Bill of Materials required.
    2) Soft Copy of the Tender Document through email.
    3) Names of countries that will be eligible to participate in this tender.
    4) Information about the Tendering Procedure and Guidelines
    5) Estimated Budget for this Purchase
    6) Any Extension of Bidding Deadline?
    7) Any Addendum or Pre Bid meeting Minutes?
    We will submit our offer for the same if the goods or services required fall within our purview.
    Also we would like to be informed of future tenders from your organization. Hence, we request you to add our name to your bidder’s list and do inform us about upcoming Projects, Tenders.
    We will be highly obliged if you can send us your complete & latest contact information. This will help us reaching to you faster.
    Please revert back to this same mail .

  2. Giorgio Zennaro scrive:

    RISPOSTA

    Please see the tender documents at the web address:
    http://www.comune.nave.bs.it/portal/page/portal/nave/documentiIstituzionali/bandiEConcorsi?p_gedoc_idmacrocategory=81865101&p_gedoc_type=bandoConcorso
    We remember that the participation to the tender procedure is subject to compliance of the rules of the European Community.
    Remember also that it is mandatory an inspection to the structures that will be realized service (Call for tender, Part IV, Article 1).

  3. Francesca Gagliandi - Optima scrive:

    QUESITO N°2

    Con la presente siamo a chiedere:

    1. Planimetria in formato .dwg della mensa scolastica della Primaria Don Milani di Nave

    2. Indicazione della potenza elettrica ivi installata e, se possibile, tavola .dwg degli impianti.

  4. Francesca Gagliandi - Optima scrive:

    QUESITO N° 3

    In relazione all’Art.4 punto 5. lettera b. dell’Allegato OFFERTA ECONOMICA siamo a chiedere se ai fini della determinazione del punteggio dell’offerta economica i valori di A (OFFERTA MIGLIORE) e B (OFFERTA DA VALUTARE) saranno inseriti nella formula come valore economico in euro derivato dall’importo stimato complessivo del servizio di ristorazione scontato, oppure come valore numerico della percentuale di ribasso.

    • Francesca Gagliandi - Optima scrive:

      RISPOSTA

      Il concorrente offre il ribasso in percentuale.
      E’ poi cura del seggio di gara calcolare il “valore scontato” stimato complessivo) in euro dell’appalto, da inserire nella formula per attribuire il punteggio all’offerta economica.

  5. Francesca Gagliandi - Optima scrive:

    QUESITO N°4

    Si richiedono i seguenti chiarimenti:

    1. Conferma che gli oneri di sicurezza per i servizi di ristorazione di cui all’Art. 4 del Bando di gara non siano già compresi nell’importo a base d’asta di cui all’importo indicato per i soli servizi di ristorazione Art.1;

    2. Prezzi a pasto attualmente corrisposti all’attuale gestore per le varie tipologie di utenza;

    3. Stima dell’ammontare previsto per le spese contrattuali a carico dell’appaltatore;

    4. Conferma che, in merito alla documentazione da produrre relativamente al Centro Cottura (v. Punto 2.a. pag. 12 del Capitolato) le dichiarazioni relative alla capacità massima producibile sono frutto di valutazioni delle ditte concorrenti (quindi NON “autorizzate” ma soggettive e rilasciate in buona fede), in quanto l’ASL locale non rilascia documenti sulla potenzialità produttiva autorizzata, in quanto dipendente da una serie di elementi non di loro competenza.

    • Francesca Gagliandi - Optima scrive:

      RISPOSTA

      1.Si, si conferma.

      Gli oneri di sicurezza relativi ai rischi da interferenza, esposti nel DUVRI, non sono soggetti a ribasso e pertanto non sono compresi nell’importo posto a base di gara (Euro 3.638.952,35), cui vanno pertanto aggiunti per determinare l’importo totale dell’appalto.

      In relazione agli oneri individuati nel DUVRI, si confermano gli importi di cui alla PARTE II, Articolo 4, comma 1 del Bando di gara, ossia Euro 740,00 oltre IVA per il primo anno (2016), Euro 370,00 per i successivi nove anni, con aggiunta di Euro 185,00 per il periodo 01/01-30/06/2026, per un ammontare complessivo di Euro 4.255,00 oltre IVA di legge, per l’intera durata dell’appalto.

      2. I prezzi pasto, esclusa I.V.A., attualmente corrisposti dal Committente al gestore sono i seguenti:
      – Scuola dell’Infanzia “G. Rodari” e “B. Munari” – Nave: € 4,23
      – Scuola Primaria “Don Milani” e “A. Frank” – Nave: € 4,23
      – Scuola Primaria “Papa Giovanni Paolo II” – Caino: € 4,03
      – Pasto domiciliare – Nave: € 5,90
      – Pasto domiciliare – Caino: € 6,36

      3. La stima delle spese contrattuali a carico dell’appaltatore ammonta a presunti euro 7000,00 (settemila/00); la cifra esatta da versare verrà comunicata solo al momento della richiesta di documentazione per la stipula del contratto.

      4. Se idoneamente giustificata, la dichiarazione sulla capacità produttiva del Centro Cottura che verrà adibito all’esecuzione dell’appalto può essere prodotta dall’azienda di ristorazione stessa.

  6. Francesca Gagliandi - Optima scrive:

    QUESITO N°5

    Si richiedono i seguenti chiarimenti:
    Conferma che per “servizi identici a quelli oggetto d’appalto” (Art. 4 del Bando di gara) si intenda servizi di refezione scolastica in genere o specificare con esempio cosa si intenda per “identico” (medesima tipologia di utenza?)

Lascia una risposta

Archivi